header_castello.jpg
Sei qui: Home Archivio News
Stampa  E-mail 
Giovedì 10 Settembre 2015 10:36

Questo articolo è stato letto: 1726 volte

Colori della Terra e della Vita: mostra di Gianni TurellaSabato 19 settembre alle ore 17.00, presso il Palazzo de Probizer di Isera, sarà inaugurata la mostra del pittore Gianni Turella di Isera dal titolo "Colori della Terra e della Vita", presentazione a cura di Mario Cossali.

La mostra proseguirà fino all'11 ottobre 2015 e sarà aperta tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 20.00.

"Nella pittura di Gianni Turella il colore resta sempre padrone, ma il segno organizza un volo leggero nell'universo delle stagioni, del paesaggio e dei possibili simboli della speranza."
(Mario Cossali)

 

 sabato 19 settembre ore 17.00Palazzo de Probizer, Isera

 Apertura mostra: fino all'11 ottobre 2015 tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 20.00.

Colori della Terra e della Vita

 19 settembre – 11 ottobre

Mostra di opere, presso Palazzo de Probizer di Isera

Gianni Turella

Colori della Terra e della Vita: mostra di Gianni Turella

Biografia artistica

Gianni Turella inizia il suo viaggio nella pittura partendo da una ricerca materico/astratta e proseguendo poi in uno scavo appassionato negli spazi e nelle luci del paesaggio vissuto come feconda sorgente di luoghi della mente e di emozioni del cuore.

Al paesaggio, dopo gli anni settanta, si aggiunge la figura, intesa sempre come territorio di invenzione formale e di suggestione poetica. A cavallo degli anni ottanta reinventa con forte tensione interiore il soggetto di ispirazione religiosa, con l'occhio comunque attento alle esigenze di una libera campitura e di un colore linguisticamente motivato.

Gianni Turella in opera

Tra gli anni ottanta e gli anni novanta arriva prepotente sulla tavolozza di Turella la carica espressiva totalitaria del colore, che finisce per sottomettere a sé ogni altra esigenza. In questo periodo il colore del pittore di Isera non sembra conoscere confini o limiti, diventa lingua assoluta, comprendendo nel proprio fluire ogni motivo di ispirazione.

Verso il duemila e ancora oggi l'itinerario creativo del Nostro vira leggermente ma sensibilmente verso una liricità più esplicita, una sorta di sospensione meditativa che riesce, magica, ad attraversare il magma del pigmento rendendolo meno aggressivo. Il colore resta sempre padrone della situazione, ma il segno incide con più precisione lo spazio e lo organizza fino a contraddistinguere una parte significativa del lavoro come volo leggero nell'universo delle stagioni, del paesaggio, dei simboli dell'amore e della speranza.

Oggi la ricerca pittorica di Gianni Turella riesce a trascorrere con tranquillità tra i diversi segmenti del suo lungo percorso e a riviverli alla luce di una calda maturità, in ogni caso mai di sé paga.

Mario Cossali

Info

Gianni TurellaStudio – Gianni Turella
 0464 435600
  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 http://www.gianniturella.it
 
 

Allegati


Ultimo aggiornamento :
Lunedì 12 Ottobre 2015 10:52